Siviglia in (solo) 4 giorni

Alle ore 9:00 della mattina del 14 maggio , Lucrezia ed io atterriamo all’aereoporto di Siviglia , ci aspettano solo quattro giorni per visitarla , ma abbiamo pianificato il più possibile da casa , per ottimizzare i tempi. Quindi pronte e viaaaa…  Arrivate all’aeroporto aspettiamo di recuperare il nostro bagaglio a mano , prendiamo il bus pubblico e in meno di mezz’ora siamo già arrivate in centro, durante il tragitto sul bus conosciamo un musicista italiano che si offre gentilmente di accompagnarci fino al nostro appartamento prenotato su airbnb. L’appartamento che abbiamo scelto si rivela una bellissima decisione, è proprio in centro a due passi dal parasol , comodo e moderno.


– Periodo -dal 14 al 17 Maggio –

  • PRIMO GIORNO  : Dopo aver preso le chiavi dell’appartamento da Karina (la proprietaria di casa)ci incamminiamo alla scoperta della città , il sole splende in cielo , il termometro segna circa 28 gradi e subito pensiamo che bello anche il meteo è dalla nosra parte. Visitiamo il famoso Metropol Parasol solo dall’esterno , scattiamo molte foto e poi ci dirigiamo verso le colonne di Ercole , qui incontriamo molte persone , nella grande piazza ci sono intere famiglie sedute ai tavolini dei bar , bambini che giocano con la palla , fidanzati mano nella mano insomma ossserviamo uno scorcio di vita quotidiana , alle 14:00 circa cerchiamo un posticino per pranzare , ci sediamo all’esterno di un bar vicino al nostro appartamento ed ordiniamo una serie di tapas da condividere.
    Prendiamo il  jamon che è il prosciutto crudo e poi ancora tra le tapas tipiche Berenjena fritas melanzane fritte cosparse di miele e le Patatas Bravas cioè  patate fritte con salsa rosa , infine l’immancabile Tortilla la frittata di patate , buonissima!!! A Siviglia non saranno solo le buone tapas ed i piatti tipici della tradizione ma anche la cerveza fredda a conquistarvi, come i prezzi . Siamo a dir poco entusiaste il cibo è squiFlamencosito e i prezzi stracciati .Nel pomeriggio ci perdiamo per i vicoli del centro,attraverso la coloratissima Calle Feria, piena di angoli caratteristici, piazzette e un mercato dove poter assaporare varie specialità, li vicino casualmente ci imbattiamo in uno spettacolo di flamenco . Lo osserviamo divertite poi torniamo nel nostro appartamento per una doccia . cerchiamo su trip advisor un buon ristorante dove cenare . Andiamo a cena in questo tipico ristorante/birrificio , ha molte recensioni positive e i piatti nelle foto sono allettanti, vabbè proviamo si chiama Maquila Bar ,  il proprietario é molto gentile , ci spiega le birre che vengono prodotte da loro artigianalmente ne proviamo due a testa ,  buonissime e fresche , ordiniamo del pesce , le crocchette al formaggio tipiche di Siviglia , e dei calamari fritti . Spendiamo meno di 30 € in due , ottimo direi . Con la pancia piena ci dirigiamo verso il Metropol Parasol paghiamo l’entrata 1,50 € e ci godiamo la vista della città dall’alto , è tutto molto bello, ci godiamo ancora un po’ il panorama e poi filiamo a letto distrutte .

Immagine correlataIMG_9941

  • SECONDO GIORNO: Ci alziamo di buon ora , e andiamo a fare una bella colazione a base di churros  e succo di arance spremute . Oggi visiteremo Real Alcazar , un palazzo imperdibile per chi visita Siviglia (l’entrata costa 9,5 € e per gli studenti 2 € ) Dopo una lunga fila per entrare , finalmente compriamo il biglietto e siamo dentro , il palazzo è enorme ci viene consegnata una cartina così iniziamo il giro , l’accesso avviene attraverso la Puerta del Leon . Il palazzo è molto grande ed all’esterno è circondato dai suoi giardini , impieghiamo più o meno 3 ore per visitarlo , il tempo ci è sfuggito di mano perchè il posto è ipnotico .

IMG_8455

IMG_8483

Immagine correlata

 

 

 

 

 

Sono le 14:00 passate abbiamo impiegato più tempo del previsto per visitare questo luogo ,mangiamo un panino con prosciutto e pomodoro in un bar e poi ci incamminiamo verso la cattedrale e la giralda , il resto del pomeriggio lo passisamo a visitare questa parte della città. Ore 20:30 andiamo a provare un posto veramente carino per fare l’aperitivo ve lo consiglio vivamente si chiama Al Cartuchito è un piccolissimo locale il quale si affaccia su un’animata piazzetta , il posto serve vino e questi cartoncini fatti a cono conteneti formaggio , prosciutto , salame , pomodorini e mozzarella , polpettine etc…ne assaggimo un po’ e praticamente facciamo cena … Stremate dalla giornata torniamo in appartamento doccia e letto .

IMG_1115

  •  TERZO GIORNO: Oggi non potevamo farci mancare il sito più famoso e conoscito di tutta Siviglia , la celebre Plaza de España , essa si estende per 50.000 metri quadrati, ha una forma semicircolare, la creazione della piazza era legata all’esposizione ibero americana , ed è proprio per questo che l’architetto la ideò con questa forma per rappresentare un abbraccio della madre patria Spagna verso le sue colonie. Il lato lineare aperto guarda verso il fiume Guadalquivir e idealmente verso l’America. Uno splendido portico a forma di ferro di cavallo segue invece la parte circolare racchiudendo così la grande piazza. Alle estremità vi sono due torri, la Torre Norte e la Torre Sur. Le ceramiche con i colori tipici degli azulejos, lo stile Art Decò si fonde splendidamente insieme al neo-moresco e il neo-mudéjar, con elementi rinascimentali e barocchi a impreziosire gli edifici. È proprio la fusione di questi stili che rende la piazza unica nel suo splendore.La piazza è percorsa da un canale navigabile, infatti viene chiamata la ‘piccola Venezia’.  È possibile noleggiare le barche e godersi la piazza addirittura ‘navigandola’. Una seconda particolarità è la presenza dei 4 ponti sul canale che rappresentano i 4 regni di Spagna dell’antichità.

Finito il giro della piazza , andiamo a pranzo e il pomeriggio lo dedichiamo allo shopping. Cena e nanna .

QUARTO GIORNO : Quarto ed ultimo giorno abbiamo solo mezza giornata quindi decidiamo di visitare il Quartiere Triana, ci arriviamo in Taxi per otttimizzare i tempi , appena arrivate siamo immerse in un altro mondo , tutti indossano vestiti tipici , ci sono uomini a cavallo , carretti trainati da tori e cori di musica ovunque, una ragazza ci spiega che è la festa del carretto , è un grande pellegrinaggio che omaggia la madonna e che dura una settimana, seguiamo il corteo per un po’ , poi lo lasciamo andare e visitiamo velocemente Triana . Pranziamo al mercato coperto , richiamiamo il taxi e via verso l’aereoporto , torniamo a casa .

 

Consigli :

  • Abbiamo avvertito Siviglia come una città molto sicura noi 2 donne da sole non ci siamo mai sentite in pericolo.
  • Ci siamo sempre spostate a piedi tranne l’ultimo giorno in taxi (economico).
  • Assaggiate la loro cucina non ve ne pentirete .

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...